Question Mark per British American Tobacco

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Condividi su

BAT, British American Tobacco, è uno tra i più grandi player mondiali nel mercato del tabacco con una quota pari a circa il 24% e un portafoglio di oltre 30 marchi nazionali e internazionali.

Un leader di mercato che dal 2012 Question Mark affianca nelle principali attività di comunicazione sul territorio nazionale e in area SEA integrando media, dati, strategia, creatività e risultati.

Dalla creazione dei primi store fisici, alla gestione dei corner shop, dalla comunicazione OOH alla programmazione dell’e-commerce, la comunicazione BAT è progettata per raggiungere il pubblico nel modo più efficace e memorabile possibile: Onlife.

Partner strategici

La collaborazione tra BAT e QM è stata segnata da una moltitudine di attività strategiche che hanno contribuito negli anni alla crescita del brand e alla relazione con il suo pubblico.

“Supportiamo BAT da più di dieci anni, tanto sul territorio nazionale che nell’area SEA, con la nostra visione strategica. Quella in cui il mondo fisico e digitale si incontrano, si contaminano, si confondono, fino a diventare l’unico ambiente possibile”
Account Director QM
Valeria Vittozzi

Come nessun altro.

Una collaborazione iniziata con l’evento T2000, il Salone dei Prodotti e dei Servizi per la Tabaccheria, per il quale è stato creato il concept LIKE NO OTHER, evidenziando l’unicità del prodotto e delle esperienze legate al brand.

Un successo culminato da una strategia di engagement con slot machine, tecnologia Share & Print e una app appositamente realizzata.

T-2000

Glo studio Torino.

Il primo store italiano monomarca di glo, l’innovativo dispositivo che scalda il tabacco anziché brucialo, ha contribuito a posizionare il prodotto in modo significativo nella mente del pubblico.

Un progetto ambizioso che ha compreso design e realizzazione della struttura, strategia di brand awareness, glorification e reputation.

Pop-up corner Torino Porta Nuova

La street promotion diventa protagonista all’interno della stazione Porta Nuova di Torino.

La forma ellittica del pop-up corner riproduce in scala quella del device, per una brand experience immersiva e avvolgente. E infine l’accattivante ingaggio: polaroid scattate e consegnate in tempo reale come gadget e la possibilità di fare trial di prodotto.

Design unico, esperienza memorabile.

Pop-up corner management

L’attività non si è fermata all’ideazione e implementazione, ma è proseguita con la gestione dei corner e dei pop-up glo all’interno di centri commerciali e luoghi ad alto traffico sul territorio nazionale. Construction work, storage, reclutamento e formazione delle risorse, gestione del personale e consumer journey tra gli aspetti quotidianamente gestiti per incrementare la notorietà del brand.

Glo for Mclaren.

Una collaborazione scaturita nella realizzazione di gadget e device limited edition. Il big event a chiusura dell’attività ha visto la partecipazione del campione del mondo Mika Hakkinen. L’occasione perfetta per la presentazione ufficiale della glo Pro, modello di punta tra i device in commercio.

Liotru

La comunicazione diventa arte.

Una campagna in collaborazione con il Comune di Catania, suddivisa in due momenti. La fase di teasing ha generato hype e curiosità sull’improvvisa apparizione di 4 elefanti bianchi che, notte dopo notte, sono stati decorati dall’urban artist LIGAMA e dall’Accademia di Belle Arti. Un trionfo di pubblico e stampa, culminato con la rivelazione del brand da parte del Sindaco. Oggi è ancora possibile ammirare in città i 4 elefanti donati.

“Partiamo da questo: non esistono messaggi universali. Il nostro metodo è trovare l’unicità. Come quella per cui, per un catanese, l’elefante ha un valore storico ed emotivo che non può essere valido per altri. E così l’elefante si rivela il miglior media per parlargli. Solo chi riesce scende in profondità, fino ai singoli individui, vince.”
Creative Director QM
Alessandro Cocchia

Menthol ban

Lo stop alla vendita delle sigarette al mentolo in Europa ha richiesto una profonda analisi sulla domanda digitale, ma anche sui principali veicoli di informazione cartacei: oltre 6.000 riviste europee. Sono state così messe in luce le criticità di una normativa poco chiara per il pubblico, arrivando a costruire attorno alle sue necessità un single-topic blog. Un touchpoint nuovo, utile, ai primi posti di ricerca grazie alla costruzione SEO.

“Siamo onorati di essere al fianco di Bat in un mercato in costante evoluzione per l’innovazione di prodotto e la complessità dello scenario legislativo. Una sfida che, come partner creativi e digitali alla continua ricerca di idee e soluzioni, rinnoviamo quotidianamente. ”
Founder e General Manager QM
Luca Pirone

YellowAmarillo. Il colore della creatività.

YellowAmarillo è il primo blog monografico firmato QuestionMark con un colore per nome. Un colore che diventa Yellow, nella lingua universale della comunicazione e Amarillo, in quella della nostra seconda casa, la Spagna. Perché proprio il giallo? Perché è il colore della luce, della scoperta, della creatività. Per noi l’unico possibile.

QuestionMark